Codice costruttore

Distanziali autobloccanti

I distanziali autobloccanti vengono utilizzati per isolare le teste delle viti su una PCB (scheda a circuiti stampati), offrendo al contempo la distanza desiderata tra il telaio e la PCB.

Come funzionano i distanziali autobloccanti?

I distanziali autobloccanti sono simili ai distanziali tondi o esagonali, ma con diametri interni speciali progettati per stringere il fusto esterno della vite. Sono dotati di meccanismi di montaggio a scatto che consentono di mantenere lo spazio necessario anche quando viene rimossa la vite.

Il distanziatore a scatto viene bloccato in posizione dopo l'inserimento nella PCB. I distanziali autobloccanti sono progettati per sollevare le sezioni impilate, ridurre il contatto fisico tra due componenti e creare spazio sufficiente per la dissipazione del calore. I distanziali autobloccanti sono disponibili in numerose altezze di spaziatura per adattarsi alle diverse applicazioni.

Quali sono gli utilizzi dei distanziali autobloccanti?

I distanziali autobloccanti vengono utilizzati in applicazioni che richiedono il controllo preciso della lunghezze e delle dimensioni del prodotto. Alcune applicazioni tipiche includono:

  • PCB
  • Cavi assemblati
  • Apparecchiatura per telecomunicazioni
  • Contenitori per computer
  • Assiemi elettronici per automotive
  • Posizionamento LED

Caricamento in corso

Filtri
Ordina per
Pagina
1
of
0
per pagina
Pagina
1
of
0
per pagina