Cercato recentemente

    Fusibili termici

    Fusibili termici, detti anche tagli termici, sono dispositivi di sicurezza utilizzati nei circuiti elettrici per fornire protezione contro il surriscaldamento di apparecchiature. I fusibili termici sono normalmente forniti in un contenitore assiale o radiale, anche se alcuni fusibili termici sono ora disponibili come chip.

    Come funzionano i fusibili termici?

    I fusibili termici funzionano in modo analogo ai fusibili a cartuccia elettrici; quando le condizioni superano un determinato limite, il circuito verrà interrotto. Per fusibili termici, il limite è basato sulla temperatura. I fusibili termici generalmente contengono una piccola pallina all'interno o hanno un sottile pezzo di filo che fonde a una certa temperatura. Quando il pellet o pezzo di filo fonde, il circuito si interrompe. Questo è chiamato "soffiaggio" o "bruciarsi".

    Fusibili termici monouso e fusibili termici ripristinabili

    La maggior parte dei fusibili termici sono monouso e non resettabili. Una volta che il pellet o pezzo o filo si è fuso, il fusibile termico deve essere sostituito prima di poter utilizzare nuovamente l'apparecchio. Sono disponibili fusibili azzerabili ma tendono ad avere un costo iniziale più elevato rispetto alle controparti monouso. Per fusibili azzerabili, quando il pellet di cera all'interno fonde, il circuito è interrotto. Tuttavia, quando l'apparecchio si raffredda, il pellet di cera si raffredda e solidifica. Questo completerà nuovamente il circuito e l'apparecchio può essere utilizzato.

    In che ambito vengono utilizzati i fusibili termici?

    I fusibili termici sono usati per proteggere le apparecchiature dal surriscaldamento e si trovano nelle applicazioni domestiche e industriali. Si tratta di un dispositivo di sicurezza che aiuta a prevenire gli incendi. Ad esempio, i fusibili termici si trovano negli asciugacapelli, asciugatrice e macchine per il caffè.

    Qual è la differenza tra la temperatura di funzionamento e la temperatura di mantenimento?

    Tutti i fusibili termici hanno una temperatura nominale di mantenimento e una temperatura nominale di funzionamento. Queste sono misure chiave da prendere in considerazione quando si sceglie il fusibile termico giusto per la propria applicazione. La temperatura di mantenimento, Normalmente misurata in gradi Celsius, definisce a quale temperatura il fusibile può funzionare in modo continuo senza bruciature. Questo è il limite della gamma di temperatura sicura per il fusibile. La temperatura di funzionamento è la temperatura nominale più bassa (anche in gradi Celsius) alla quale il fusibile termico si brucia e il circuito si interrompe.

    Filtri
    Ordina per
    Pagina
    1
    of
    0
    per pagina
    Pagina
    1
    of
    0
    per pagina