€ 0,00

      SIEMENS SIMATIC IOT2020

      Il gateway per Industrial IoT, Arduino compatibile, open e flessibile
      per studenti, maker e sviluppatori alle prime armi.

      Acquista IOT2020

      Sviluppato per rispondere alle esigenze della nuova generazione di progettisti

      • Non è richiesto alcun software proprietario: è possibile scegliere il linguaggio di programmazione meglio conosciuto

      • Compatibile con le piattaforme di sviluppo più diffuse come Arduino e Raspberry Pi

      • Possibilità di trasformare progetti Arduino e Raspberry Pi esistenti in applicazioni commerciali sfruttando l'approvazione UL/CE e l'orientamento industriale di IOT2020

      • Semplice da interfacciare con hardware open source e industriale

      • Pronto per l'installazione in quadri elettrici o di automazione industriale

      • Prezzo molto interessante

      Principali applicazioni:

      • Robotica
      • Applicazioni IoT domotiche
      • Monitoraggio e controllo remoti
      • Smart factory

      Scopri IOT2020

      Il gateway IOT2020 è compatibile con la maggior parte degli sketch Arduino che possono essere caricati direttamente dall'IDE Arduino. Molti altri programmi possono essere compilati e/o eseguiti sotto Yocto Linux grazie al controller X1000 SOC (X86). Hardware di terze parti, come PLC e sensori di marchi vari, può essere integrato via Ethernet o porta seriale (è richiesto un adattatore USB) utilizzando protocolli open o industriali come Modbus, Profinet, REST e MQTT.










      IOT2020 è compatibile con gli shield Arduino e con vari linguaggi di programmazione ad alto livello come Java, C++ e Python o attraverso una gamma di IDE che include i compilatori Eclipse e Yocto Linux. E' anche espandibile tramite la porta mPCIe integrata. Node-Red, MQTT e SQLITE3 possono essere utilizzati per connettere e controllare periferiche locali e remote.








      Cos'è SIMATIC IOT2020?

      SIMATIC IOT2020, il gateway open per l'industrial IOT, mira a supportare studenti, maker e sviluppatori alle prime armi facendoli familiarizzare con IIoT, permettendo così l'evoluzione dei loro prototipi sviluppati con schede open source come Arduino, Intel Galileo o Raspberry Pi.
      IOT2020 non è un controllore logico: è stato sviluppato per essere il cervello di un'applicazione IoT collezionando dati da PLC, drive o sensori collocati ovunque nel mondo. Nel caso siano necessari I/O gli utenti possono disporre dei connettori Arduino integrati o di numerosi shield Arduino esistenti.



      Cosa significa che SIMATIC IOT2020 è un “Hardware Industriale”? Quali sone le differenze con altre schede di sviluppo come Arduino?

      La certificazione UL/CE è solo uno dei molti requisiti che rendono IOT2020 un hardware per applicazioni industriali. IOT2020 è sviluppato in un contenitore industriale IP20 che permette un'installazione sicura all'interno di macchinari e quadri elettrici e una connessione semplice con altri dispositivi industriali per guida DIN come PLC, alimentatori, relè o inverter.

      Inoltre, IOT2020 è costruito con componenti di grado industriale per un funzionamento continuo in ambienti industriali con vibrazioni, polvere, alte temperature e interferenze elettromagnetiche.

      Riguardo ai protocolli di comunicazione, IOT2020 può comunicare con altro hardware industriale utilizzando protocolli industriali sicuri come Modbus, PROFINET e MQTT.

      Le tipiche schede di sviluppo open source non sono normalmente realizzate per il funzionamento continuo in ambiente industriale e non sono progettate per interfacciarsi in modo semplice con altri dispositivi industriali.


      Perchè studenti e maker avrebbero bisogno di un hardware di grado e certificazione industriale?

      Un hardware di grado e certificazione industriale è mandatorio per gli studenti che vogliano integrare i loro progetti IoT in un sistema industriale preesistente (es. il prototipo di un nuovo sistema di controllo remoto di un braccio robotico industriale). Gli studenti possono cominciare a prototipare sul banco con le schede Arduino, come sempre, e semplicemente trasferire il codice - e lo shield Arduino, se necessario - nello IOT2020 per completare l'integrazione in un sistema industriale preesistente.

      Maker e start-up possono usare IOT2020 per trasformare i propri prototipi IoT in applicazioni commerciali, approfittando delle sue certificazioni industriali e semplicemente migrando la maggior parte del codice, sviluppato per le schede Arduino durante la fase prototipale, in IOT2020.

      IOT2020 - Specifiche tecniche

      CPU

      Intel Quark x1000 (x86 400 MHz)

      Memoria di sistema

      512 MB DDR3 RAM
      8 MB FLASH, 256 KB SRAM

      RTC con batteria tampone

      Opzionale

      Interfacce di comunicazione

      1x Ethernet 10/100 RJ45

      Interfacce

      USB Host e Client

      Estensioni

      mPCIe + Arduino shields + USB

      I/O integrate

      Arduino Uno pin

      Archiviazione

      Tramite microSD

      OS

      Arduino IDE / Yocto Linux / Intel Studio / Eclipse

      Segnalazioni integrate

      LED

      Alimentazione

      9...36 V

      Temperatura di funzionamento

      0 - 50 °C

      Certificati

      Standard industriali (UL, CE,...)

      Programmazione Varie opzioni di programmazione con linguaggi ad alto livello come C++ e Json
      Protocolli industriali di comunicazione

      Modbus e Profinet

      Montaggio

      Guida DIN, a pannello o a muro

      Acquista IOT2020 e gli accessori essenziali

      L'evento RS IOT2020 al Maker Faire di Rome con Massimo Banzi e Siemens

      Massimo Banzi, co-fondatore di Arduino: “Ogni anno al Maker Faire di Roma raccontiamo la storia di come il mondo stia cambiando e delle nuove direzioni intraprese dalla tecnologia. Quest'anno più che mai questa trasformazione coinvolge le aziende a causa dell'implementazione di quella che è conosciuta come Industry 4.0. L'Industrial Internet of Things permette alle aziende di essere più efficaci e più competitive diventando più sostenibili. I governi investono molti soldi in piani per la modernizzazione dell'industria. Questi piani sono normalmente indirizzati a grandi aziende, ma in paesi come l'Italia, sono le piccole e medie aziende che rappresentano la spina dorsale dell'economia e sono spesso composte da maker in grado di scovare soluzioni molto creative con piccoli budget e piccoli team. Al Maker Faire possiamo vedere molti esempi di questa "ingenuità", rendendo questa location perfetta per lanciare il nuovo IOT2020 da Siemens e RS. Questo piccolo computer è il mattoncino che permette a studenti e progettisti di implementare Industrial Internet of Things e di partecipare alla rivoluzione di Industry 4.0. Approfittando della potenza del software open source e dell'abilità di poter essere programmato utilizzando l'IDE Arduino®, questo permetterà di innovare a numerose persone e non solo ad aziende che possono permettersi grandi gruppi di programmatori esperti. Siemens è il più grosso nome nell'industrial computing e la loro decisione di lanciare IOT2020 è un segnale forte che l'innovazione deve essere democratizzata per permettere a più persone possible di goderne i benefici. Sono entusiasta di essere parte di questo progetto e non vedo l'ora di vedere come le persone potranno cambiare il modo di lavorare grazie a questo prodotto”.




      Per conoscere IOT2020

      L'hub dedicato a IOT2020 su DesignSpark



      L'hub dedicato a IOT2020 su DesignSpark è il posto giusto per trovare contenuti generati dagli utenti come esempi di progetti, codice e video di esempio.
      E' il punto di incontro per tutti i marker, gli studenti e i nuovi progettisti di tutto il mondo che vogliono sviluppare dirompenti applicazioni IIoT con IOT2020.

      © 2001, RS Components S.r.l. - Tutti i diritti sono riservati. P.I. 02267810964 - Via De Vizzi 93/95, 20092 Cinisello Balsamo, Mi, ITALIA - Tribunale Monza 50885 - Capitale sociale € 3.900.000 (int. vers.)
      02 66.058.1