Codice costruttore

Fusibili a cartuccia

I fusibili a cartuccia, anche detti fusibili a tubo, sono dispositivi di sicurezza utilizzati per la protezione di circuiti elettrici ed elettronici. Di forma cilindrica, essi sono dotati di un punto di contatto su ciascuna estremità e sono solitamente realizzati in ceramica, vetro o porcellana.

Come funzionano i fusibili a cartuccia?

I fusibili a cartuccia contengono un filo metallico che fonde quando il flusso di corrente che attraversa il circuito è troppo elevato. Quando il filo fonde interrompe il circuito impedendo eventuali danni. In poche parole, quando un fusibile si brucia, il circuito viene interrotto . Una volta bruciato il fusibile, sarà necessario sostituirlo per riattivare il circuito e permettere nuovamente il passaggio del flusso di corrente.

Tipologie

La maggior parte dei fusibili a cartuccia è utilizzata per impieghi generici.

I fusibili a cartuccia possono essere caratterizzati da varie velocità di intervento così classificate

T: per fusibili ritardati

M: per fusibili semirapidi

F: per fusibili rapidi

FF oppure FA: per fusibili super rapidi

Perché si usano i fusibili a cartuccia?

I fusibili a cartuccia sono un modo economico per proteggere le apparecchiature elettriche da cortocircuiti e sovracorrente. Sono sicuri in quanto non producono fiamme, archi o gas quando bruciano e interrompono il circuito. La loro velocità di funzionamento è solitamente rapida, in quanto reagiscono in tempi brevi.

Quale fusibile a cartuccia scegliere?

I fusibili a cartuccia sono disponibili in una gamma di varianti di corrente nominale standard, velocità di intervento e formato. Per scegliere il fusibile corretto è necessario consultare nelle specifiche tecniche le curve specifiche di intervento in funzione delle proprie applicazioni.

Caricamento in corso

Filtri
Ordina per
Pagina
1
of
0
per pagina
Pagina
1
of
0
per pagina