Connettori da circuito stampato

I connettori per scheda a circuito stampato (più spesso abbreviati come connettori PCB) sono un tipo di connettore elettrico, costituito da un alloggiamento e i contatti che uniscono le sezioni dei circuiti insieme su un circuito stampato, ossia schede dove vengono stampate piste conduttive per componenti elettronici.

Tipi di connettori USB

Sono disponibili una varietà di connettori per circuito stampato e accessori migliori progettati per usi specifici. Per citarne alcuni, questi comprendono:

  • Connettori per backplane: prevalentemente utilizzati per la progettazione di sistemi informatici grazie alla loro versatilità e modularità, si tratta di strutture di supporto utilizzate per collegare diversi PCB. Le relative schede possono essere scambiate molto facilmente, pertanto essi sono largamente utilizzati nell'industria delle telecomunicazioni.
  • Connettori LVDS: detti anche connettori di segnalazione differenziale a bassa tensione, la loro applicazione interessa principalmente monitor di tutti i tipi. Uno dei vantaggi è che i cavi di rame consentono alta velocità di connessione nonostante il funzionamento a bassa potenza.
  • Connettori femmina per circuito stampato: accoppiati con connettori per circuito stampato, vengono utilizzati per garantire il montaggio semplificato per il collegamento di due schede a circuito stampato senza cavi.
  • Connettori RITS: l'acronimo vuol dire sistema terminale remoto di ingresso/uscita. Questi sono provvisti di codice colore per indicare le loro applicazioni e dispongono di una leva di bloccaggio che facilita il processo di accoppiamento senza la necessità di spelare i cavi in preparazione, che è richiesta da altri tipi di connettori per circuito stampato.

Come pulire i connettori per circuito stampato?

La pulizia è una parte essenziale della manutenzione per il buon funzionamento dei connettori PCB e dispositivi elettronici in generale. Soprattutto se non utilizzati tutti i giorni, i connettori possono accumulare sporco e infine essere corrosi e di conseguenza non più utilizzabili. L'esecuzione di una routine di pulizia di quando in quando consente di evitare la perdita di potenza e di continuare a mantenere buoni contatti, occorre però essere consapevoli di quali sono gli utensili corretti per non danneggiare le parti che vengono a contatto con i circuiti.

  • Ad es. l'alcol isopropilico sembra essere ottimale per rimuovere le tracce di corrosione, il suo utilizzo sui connettori però richiede maggiore attenzione in quanto si tratta di un composto chimico infiammabile.
  • Una soluzione più rapida è rappresentata dall'uso di una gomma per cancellare per terminale circuito stampato, detto anche blocchetto abrasivo per pulizia, che è essenzialmente una semplice gomma per cancellare con una fine grana abrasiva. Dal momento che è più efficace ed abrasivo rispetto a una normale gomma da cancellare per matita, la sua applicazione deve essere piuttosto delicata per non danneggiare le eventuali parti del connettore quando viene utilizzato per rimuovere la sporcizia e la ruggine.
  • L'uso di una spazzola (come ad esempio una spazzola per pulizia di circuiti stampati) può essere pratica quando i terminali sono particolarmente piccoli ed è richiesta maggi