Codice costruttore
Componenti Elettronici e Connettori
Cavi, Elettricità e Automazione
Utensili e Meccanica
Information Technology, Strumentazione e Sicurezza

Alimentazione da banco

Questa apparecchiatura di grande praticità viene utilizzata quando è richiesta una fonte di alimentazione, che può essere impostata sul banco di lavoro, con il proprio cavo di alimentazione e il metodo di collegamento in uscita. Viene richiesta nell'elettronica per applicazioni quali test di circuiti, che richiedono una fonte di alimentazione a tensioni diverse.

Alimentatori variabili

Gli alimentatori da banco sono disponibili a tensione variabile o fissa. Un alimentatore variabile offre la capacità di regolare l'uscita, sia in tensione, resistenza, corrente o potenza ed è ideale nei casi in cui è richiesta la versatilità di un'applicazione, ad esempio, il test dei circuiti. Gli alimentatori variabili sono dotati di una funzione denominata limitazione della corrente, in modo da arrestare o limitare la corrente al valore nominale massimo. Normalmente, sono dotati di comandi per consentire la variazione della corrente da zero alla corrente massima specificata, che contribuisce alla protezione dei componenti.

Alimentatori lineari e di commutazione

Gli alimentatori da banco sono disponibili in due modelli diversi:

  • Alimentatori lineari - il rumore di ripple o elettrico è più basso e facile da contenere. Gli alimentatori lineari sono più adatti per alimentare circuiti sensibili e generano più calore, con conseguente minore efficienza energetica. Gli alimentatori lineari sono più pesanti perché il trasformatore da 50 Hz o 60 Hz e i filtri associati sono fisicamente più grandi.
  • Alimentatori di commutazione - normalmente sono un'opzione migliore per le applicazioni portatili e sono unità più leggere e compatte. Gli alimentatori di commutazione si avviano nello stesso modo di quelli lineari, rettificano e filtrano la tensione di ingresso della linea CA. Tuttavia, "commutano" la corrente continua in corrente alternata ad alta frequenza. Gli alimentatori di commutazione possono anche tollerare piccole perdite di potenza senza compromettere l'uscita, a differenza degli alimentatori lineari e possiedono maggiore efficienza energetica.

Scelta di un alimentatore da banco

Vi state chiedendo di quanti canali avete bisogno? Dipende dal numero di materiali di consumo che si desidera utilizzare contemporaneamente, ma almeno due canali sono una pratica normale per un alimentatore da banco.

  • Efficienza energetica - di norma dettagliata nelle specifiche o nella scheda tecnica del fornitore.
  • Regolazione di linea – espressa in percentuale, mostra la variazione della tensione di uscita relativa alle variazioni della tensione della linea di ingresso.
  • Regolazione del carico - è la misura per garantire che la tensione di uscita sia costante nonostante le variazioni di carico. Una buona regolazione del carico garantisce che la tensione di uscita non fluttui quando i carichi aumentano o vengono rimossi. Ciò è importante quando i risultati dei test non possono essere ripetuti.