Batterie non ricaricabili

La nostra gamma di batterie non ricaricabili, dette anche batterie primarie, supporterà le vostre attività essenziali quotidiane. All'interno di questa sezione, troverete marchi leader del mercato, tra cui Duracell, Energizer e Panasonic, supportati dalla nostra gamma RS Pro.

Come funziona una batteria non ricaricabile?


Nella sua forma più semplice, una batteria è una cella elettrochimica che converte l'energia chimica in energia elettrica mediante elettrodi negativi e positivi. Un elettrolita - essenzialmente un liquido che conduce elettricità - facilita il movimento degli ioni tra questi elettrodi, generando una corrente elettrica tramite i terminali della batteria.

Le batterie non ricaricabili sono monouso in quanto sono progettate per essere utilizzate una sola volta (primarie). Una volta che i reagenti all'interno sono usati in reazioni chimiche, l'uscita diminuisce gradualmente. Una volta che tutti i reagenti sono stati usati, queste batterie non sono più in grado di fornire energia elettrica.


Tipi di batterie non ricaricabili


Utilizzate in tante applicazioni diverse industriali, commerciali e ambienti domestici, le batterie sono impiegate per fornire fonti di alimentazione in un'ampia gamma di luoghi, compresi i personal computer, veicoli, dispositivi portatili e elettrodomestici. Possono essere classificate in base alle designazioni delle lettere, tensione e composizione chimica.


Composizioni chimiche tipiche delle batterie non ricaricabili


Alcaline - composizione chimica molto affidabile e poco costosa della batteria, che ha una buona durata di vita. Sono in grado di fornire un'uscita di corrente elevata e hanno buone prestazioni ad alta e bassa temperatura.


Litio - le batterie possono essere più costose rispetto alle batterie alcaline, ma hanno una maggiore densità di immagazzinamento di energia. Sono adatte per applicazioni con richiesta di corrente elevata e la tensione di uscita è costante durante la scarica. Il litio ha una durata a magazzino molto lunga, con una perdita di capacità di circa lo 0,5% all'anno.


Come vengono mantenute le batterie?


La manutenzione delle batterie è importante per garantire la durata della batteria. Mantenere le batterie ben conservate e asciutte, in un luogo fresco - non necessariamente nel frigorifero - è una buona idea. È inoltre importante controllare periodicamente le batterie presenti nei dispositivi, in quanto possono corrodersi. Sostituire regolarmente le batterie, anche prima che si usurano completamente, in modo da non avere delle preoccupazioni al riguardo.

Guide & Articoli

article1_image

Cos’è un Gruppo di Continuità UPS e cosa fa? Meglio un UPS online, offline o standby? In questa guida completa rispondiamo a queste e altre domande sui gruppi di ...

article1_image

Guida alla scoperta di questa tipologia di batterie dall'elevata potenza all’accensione e del basso costo.